IL MURO DELLA VERGOGNA 2005

Il popolo Saharawi, privato della propria terra e della libertÓ, segregato nei campi profughi ha scelto la pace anzi che il "terrorismo" per ottenere l'indipendenza.

      LIBERTA' PER IL SAHARA OCCIDENTALE 

Il 13 febbraio una delegazione di 150 persone hanno manifestato la loro contrarietÓ, in prossimitÓ del muro  "2700 Km di mine antiuomo, mattoni e uomini armati" voluto dal re del Marocco per difendere l'occupazione arbitraria del Western Sahara. Il popolo saharawi vive ormai da trenta anni in campi profughi, nel territorio algerino.